artrite reumatoide · autoimmunità · condivisione · dolore · dolore cronico · pazienza · polvere di stelle · positività · stanchezza cronica · starseed · yoga

Yoga e di come mi stia salvando la vita.

Agosto è stato ed è terribile. Mi pare di essere in lavatrice.

Spero che l’eclissi arrivi, passi, ripulisca e porti via alla svelta perchè sono sopraffatta dalla violenza di queste energie.

La tiritera dell’ansia da prestazione è iniziata a maggio circa con chiunque che mi chiedeva: “prenotate le ferie?“.  Sono asociale e lo sto diventando sempre di più e questa è una delle frasi che concorrono a farmi detestare il genere umano, come quelli che mentre mangiano parlano di dove hanno mangiato il giorno prima o dove mangeranno domani. Che l’importante è fare, esserci, strafogarsi e fare foto.

Sono super giudicante in questo periodo, e nervosa, e stanca.

Mi sono sentita in dovere di fare qualcosa. Mi sono state fatte ogni genere di proposte che ho declinato, una dopo l’altra.

Quando si sta male si sta bene solo a casa propria. Oltretutto per chi è single come me partire – con una canino – significa fare tutto da sola, senza supporti ne cambi alla guida nè nel portare le valigie o qualunque altra cosa. E durante un periodo no, come questo, fare per dire di aver fatto diventa solo una guerra contro se stessi.

Ci ho provato ad andare via, 4 giorni in Toscana: bellissimo. Una fatica disumana.

Sono tornata a casa e ho ricominciato il cortisone.

Questo blog è nato per supportare altre persone che vivono con l’artrite reumatoide, ma alla fine siamo diventati una piccola famiglia dove – per fortuna – nessuno ha questa patologia, quindi a volte mi sento un pò in colpa a scrivere che sto male o a raccontare le piccole e grandi fatiche quotidiane, ma se ci sono consigli da dare è giusto farlo. E ne ho un paio 🙂

Ormai è un mese che seguo la dieta anti dolore e devo dire che qualche risultato si è fatto vedere. E’ dura non c’è che dire, ma cercando nei negozi biologici sono riuscita a trovare alimenti permessi in forme gastricamente accettabili. Il riso integrale per esempio – che dopo 10 giorni l’avrei lanciato dalla finestra – esiste anche sotto forma di pasta che sempre la stessa minestra resta ma la forma a volte conta più della sostanza 😉

Purtroppo se il dolore al polso è cessato – a meno che non lo sbatta e quando succede mi ricorda con grande tempestività che è ancora lì – le braccia hanno avuto un tracollo. Sono sempre più piegate e sempre meno flessibili, i gomiti fanno malissimo e l’altro giorno mi sono fatta male facendo un numero di telefono. Tendini, muscoli e tutto quello che compone l’avambraccio è infiammato e basta un minimo movimento per farmi saltare e piangere, forse più dallo sconforto che dal dolore, dipende dai giorni.

Chi mi legge sa che sono una che cerca sempre il lato positivo e che difficilmente ha più di una giornata di malumore, eppure questo agosto sta cercando in tutti i modi di cambiare lo stato delle cose.

Posso dire solo due cose utili a chi si trovasse a vivere un momento così difficile, sia psicologicamente che fisicamente:

FATE YOGA E CERCATE DI MUOVERE LE ENERGIE DENTRO DI VOI!!!!

Non mollate!!!! ❤ ❤

Io l’ho fatto per qualche giorno. E’ stato terribile, credevo che non mi sarei mai più ripresa.

Aprivo gli occhi, vedevo il sole, e volevo essere morta.

Non contava nulla. Lampino, Adolescente, i miei fiori, yoga, nulla. Niente aveva senso. Io non avevo senso. La vita non aveva senso. Respirare non aveva senso. Mangiare, leggere, camminare. Stavo a letto – A. era in vacanza con mio padre – e guardavo fuori incapace anche di piangere, senza emozioni, vuota. Finita.

E’ stato orribile.

Ho avuto paura. Più paura di restare così che di affrontare il dolore, la fatica e le sfide della malattia.

Un giorno ho combattuto questo nuovo mostro: mi sono trascinata in salotto con una sensazione di inutilità e vuotezza mai provate prima, ho srotolato il tappetino contro voglia e ho cercato una lezione un pò più dolce rispetto alle solite di Adriene perchè ero ferma da giorni e mi sentivo piena di contratture. Ho trovato lei e questo video mi ha riportata in vita. Ho sentito scorrere l’energia dentro, di nuovo, mi sono sentita viva, utile, ho persino sorriso!!! In un attimo ho capito che stare ferma immobile non solo non avrebbe aiutato ma sarebbe stato decisivo per trascinarmi sempre più giù.

Una volta mi è stata diagnosticata la depressione secondaria, che non sarà la primaria che ci mancherebbe solo quello, ma ha i suoi effetti comunque. Una volta ho accettato gli antidepressivi e chi mi legge conosce la storia del Cymbalta e di come ne sia uscita lottando disperatamente.

Noi siamo esseri divini non importa se una malattia o un handicap ci rendono le cose un pò più difficili (poi quando torno a casa devo capire cosa avevo nel cervello per scegliere questa incarnazione!!!! 🙂 ), abbiamo dentro di noi le potenzialità, la forza e l’amore per andare avanti e portare a termine il nostro viaggio sulla Terra.

Non è per quello che siamo qui? Per imparare una lezione (e vedere di non ripetere la cosa grazie), per crescere, per non rifare gli stessi errori vita dopo vita? Siamo fatti di energia e se la imprigioniamo, se non lasciamo che si muova, se le permettiamo di ristagnare ci ammaliamo ❤

Questo mi sta insegnando lo yoga: a non mollare, a non inseguire l’asana perfetto perchè l’asana migliore di tutti è srotolare il tappetino. E’ l’intenzione. E’ la forza d’animo che abbiamo tutti anche se a volte pare persa, troppo nascosta dietro alla paura o al dolore.

#cimettolafaccia #arpiùforteio #srotolasana

p.s. vorrei ringraziare di cuore una cara amica che in questi giorni mi ha detto delle parole bellissime riguardo al blog e mi ha commossa, perchè sapere di stare facendo qualcosa di utile è il motivo che mi ha spinta a scrivere. Questa amica ha una patologia diversa dalla mia ma altrettanto paurosa e leggermi le ha fatto venire voglia di aprire un blog tutto suo per aiutare le persone nella sua condizione, e aiutare sè stessa, perchè scrivere è un’ottima medicina ❤ Grazie a lei e a tutti voi.

20170703_185443

Annunci

56 thoughts on “Yoga e di come mi stia salvando la vita.

  1. Lo yoga e la meditazione fanno miracoli! Io li pratico da anni tutti i giorni e mi danno serenità,equilibrio ed energia. Anch’io sono asociale come te:sto bene a casa mia con la mia famiglia e col mio branco nel silenzio dei monti e il frusciare dei boschi. Non mi scollo da casa mia per nulla al mondo! Ho viaggiato anche troppo in passato,adesso basta! Fai benissimo a scrivere della tua battaglia:é una condivisione per chi soffre e un esempio per chi invece si lamenta di cazzate futili. La vita é,purtroppo,anche lotta e sofferenza. Dalle mie parti si dice che il Grande Spirito chiede molto a coloro ai quali ha dato molto. Sicuramente tu hai molto,una grandissima forza interiore che ti permette di combattere e di rafforzarti scoprendo anche cose nuove,come lo yoga.Continua così 😘

    Liked by 3 people

      1. Grazie Andre! Il mio essere asociale è il preferire la compagnia degli animali a quella delle persone, i miei boschi alle discoteche e i locali in genere, i miei laghi alle piscine, la mia famiglia sopra a ogni altra cosa. Sono un po’ un eremita ma col branco 😀

        Liked by 2 people

  2. Riscrivo. ciao. Ti capisco in tutto. Non può esserti di aiuto ma capisco. Anche io cicli di cortisone pazzeschi. Dolori atroci. E anche io ho iniziato lo yoga e mi sta facendo molto bene per corpo e mente. Io prendevo interferone che mi ha prima messa in depressione e poi sono arrivate le tendenze suicide. Lo yoga un po’ è stato utile. Ti auguro giornate migliori con meno doloroso quanto sia dura. So il nervoso. 😊ti abbraccio forte

    Liked by 1 persona

  3. Di quali ferie parli scusa? il mio calendario ha 5 mesi Dicembre – Gennaio- Febbraio – Marzo – Aprile, non riesco a comprendere…..ferie, dovrò guardare nel dizionario.
    Ricorda che il blog è sempre attivo, magari chi ha l’artrite non ha il coraggio di lasciarti dei messaggi o mettersi in contatto diretto, ma questo non significa che non ci siano occhi e sorrisi che traggono enorme giovamento dalla condivisione dei tuoi momenti positivi, negativi, tremendi, bellissimi….
    Quando ho letto toscana ho avuto un travaso di bile, la prima volta che ci sono stata sono stata portata in un ” ” ” romanticissimo ” ” ” ristorante specialità fiorentine 😐 il mio essere vegetariana non ha minato la sua fame. E pure pagare metà del conto è stato divertente.
    Più o meno come un dito in un occhio 😀
    Ciao Serena, sei sempre favolosa quando ti racconti, per quanto male tu possa partire finisci sempre col sorriso, e sei meravigliosa per questo (e molto altro…) !

    Liked by 2 people

    1. grazie tesoro bello!!! Alla fine scrivo più per i vostri commenti che per far del bene 😉 🙂 scherzo!!! Ma sul serio leggere i messaggi che mi lasciate fa bene al cuore e non solo!
      Agosto lo odio….ma dopo 17 giorni di senso del dover fare mi sono decisa: sistemo il balcone (con quei frangivista alti 2 metri) e leggo lì fuori, con lampo in braccio ❤
      4 ore per arrivare in Toscana, tutti tornanti….pensavo di aver scelto luoghi tipo sai "Il ciclone" 🙂 che scema, sono finita nel parco delle foreste casentinesi, solo bosco fitto e tornanti nel nulla 🙂 però il posto era splendido: podere cerreta se volete guardare! Mi hanno cucinato tutto quello di cui avevo bisogno e in più ADORANO gli animali <4 Hanno 2 asini, le capre, galli e galline, qualcosa come 6 gatti e altrettanti cani……

      Liked by 1 persona

  4. Sono felice di leggerti di nuovo, anche se non ti senti/ non sei in forma, ma già il fatto di buttare fuori la negatività è qualcosa. Tu insegni tanto e dai conforto, questa è una delle tue forze, perché secondo me ne hai tante altre. Non conosco la sofferenza fisica che ti affligge, perciò posso solo mandarti un abbraccio e sperare che tu stia un po’ meglio. Mi è piaciuto il tuo post, mi sono piaciute le considerazioni che hai fatto. :*

    Liked by 1 persona

  5. Sai che volevo tornare a Firenze in treno? Ma i cani si possono portare? Poi ho desistito…perchè agosto si sta prendendo ogni energia fisica. Lui e mio padre. Il mio fisioterapista è in ferie e faccio qualche esercizio con mio papà..mi fa morire, è più in gamba di me 😉 . Forse se gli faccio fare yoga si calma. Ti voglio bene ❤

    Liked by 1 persona

    1. Allora sì, Trenitalia in teoria accetta gli animali ma fai una chiamata prima non si sa mai! Agosto comunque è stato terribile tra il caldo e il resto ho sentito tanti patire questo mese…
      Bello il babbo che ti fa da trainer ❤ ❤

      Liked by 1 persona

          1. Si addormenta solo con me mentre lo allatto. E se lo sposto nel suo lettino prima di una buona mezz’ora di sonno, si sveglia subito.
            Lo yoga mi manca ma mi sa che devo aspettare ancora un po’ per potermi ritagliare quei 10 minuti TUTTI SOLO per ME ❤️

            Liked by 1 persona

  6. Le tue testimonianze generano forza interiore specialmente a chi più si identifica con i tuoi problemi, ma c’è chi come me che ti legge volentieri in una sorta di ‘condivisione’ del percorso, pur lungo tragitti diversi.
    Mi domandavo se il terribile caldo di questa estate sia stato per i tuoi problemi un’ulteriore causa di peggioramento

    Liked by 1 persona

    1. Grazie mi fa piacere quello che hai scritto 🙂 Si con le giornate più afose – e sai di cosa parlo perchè sei in zona – l’umore e l’energia erano decisamente inferiori, per il dolore non ho ancora capito se caldo o freddo siano influenti 😉

      Liked by 1 persona

  7. Stardust sei forte, molto più di quanto tu pensi! Vedrai che con lo yoga e la meditazione riuscirai a trovare la tua serenità e il tuo centro! Non mollare, la pace è dentro di te! E’ solo molto offuscata dal dolore e dalla paura. Ma tu puoi ritrovarla…

    Liked by 1 persona

  8. Ti leggo sempre con grande piacere. Perché sei sempre positiva, nonostante il caldo e tutto ciò che ne deriva.
    La tua forza è di incoraggiamento, per tutti coloro che hanno la grande fortuna di leggerti.
    È un dono, passare di quì. Il tuo sorriso e le tue parole, sono molto importanti.
    Per te, ma anche per me!
    Anche se spesso, la tua energia traballa, giustamente, prego Dio, che ti dia sostegno e conforto.
    Ti abbraccio.😘

    Liked by 2 people

  9. Grazie per avermi detto che “l’asana migliore è srotolare il tappetino”. Hai proprio ragione cercherò di riportarlo alla mente quando mi lamenterò perché “non so fare questo e non so fare quello” e mi pungerà l’invidia quando vedo gli altri raggiungere obiettivi che io sogno…

    Liked by 1 persona

    1. ❤ è così. eed è un esercizio ottimo per mente e corpo per imparare a lasciare andare. Anche le aspettative. Pensa a come lo faccio io 🙂 senza piegare polsi e braccia….adatto le asana al mio corpo, se facciamo yoga incazzandoci abbiamo perso un'occasione (mi capita eh……lo dico a te ma lo dico anche a me stessa)

      Liked by 1 persona

  10. Ciao! Passo sempre a leggerti anche se sembro sparita. In questa estate sto facendo delle letture molto interessanti sulla mindfulness (che di fatto affrontano da un punto di vista più “scientifico” il buddhismo) e dei libri proprio di monaci buddhisti e ho cominciato a meditare. Mi sta piacendo tutto molto e mi sento veramente rigenerata. Su tanti aspetti che ho letto mi ci sono ritrovata e in parte credo di averli già sperimentati su me stessa. Queste letture mi stanno piacendo molto perché mi stanno facendo capire meglio dei concetti a cui in qualche modo (e in parte) ero già arrivata da sola.
    Ho letto del cymbalta. Era uno dei farmaci che avevano dato al mio ex per combattere il dolore e la relativa depressione. Si te lo presentano come se fosse una caramella quando in realtà è una vera bomba atomica. Mi ricordo che mi disse (la prima volta che lo sospese) che si era reso conto di quanta lucidità e presenza mentale il farmaco gli avesse sottratto.

    Liked by 1 persona

    1. Ciao !! ::) Bentrovata! Sono contenta delle tue letture e soprattutto che ti facciano stare bene, che risuonino dentro di te. E’ la cosa più bella ❤
      Se ti va di dirmi i titoli mi farebbe piacere…alcuni dei miei libri adorati sono stati:
      – autobiografia di uno yogi
      -. il cuore saggio
      – la saggezza dello yoga
      – a tu per tu con la paura….
      tutti su buddismo/yoga ma da una prospettiva come dici tu un pò diversa…. a presto!

      Mi piace

      1. I tuoi titoli me lo segno, mi è piaciuta molto Pema Chödrön (vivi nella bellezza e se il mondo ti crolla addosso), su internet si trovano anche alcuni suoi interventi. Poi ho letto di Thich Nhat Hanh, fare pace con se stessi e pratiche di consapevolezza (ma questi sono tutti esercizi di meditazione). Lui l’ho trovato un po’ più nebuloso, lei mi piace decisamente di più. È una monaca buddhista americana e gestisce un monsastero per occidentali in America del Nord. Poi ora voglio leggere qualcosa di Jon Kabat Zinn che si è dedicato alla ricerca scientifica della mindfulness, è un po’ il padre occidentale di questa disciplina. Per ora ho cominciato Metodo Mindfulness di Williams e Penman che hanno collaborato con Zinn e hanno declinato un metodo pratico di meditazione da porter seguire. Stando ora in vacanza mi ci sto dedicando poco sul pratico, per ora sto leggendo! Diciamo che da buona occidentale prediligo un approccio più scientifico e pragmatico ma tanti insegnamenti buddhisti li trovo comunque interessanti.

        Liked by 1 persona

  11. Ho prurito ad una gamba e non riesco nemmeno a grattarmi, oggi, il dolore è così forte che non riesco a mettere una bottiglia d’acqua in frigo. Conosco il tuo dolore, perché sento il mio. Sono uscita ieri dall’ospedale dopo 12 giorni e sto “sperimentando” terapie … nonostante tutto ho fiducia e speranza, non riesco a ricacciare indietro le lacrime che mi scendono per il male, ma sono pronta a combattere. E’ un giorno NO, come questo Agosto, ma verrà domani, e verrà Settembre! Non riesco ad abbracciarti forte, ma per fortuna posso farlo virtualmente, il pensiero non dà dolore. Ed il mio vola libero! Buon pomeriggio, cara. ❤

    Liked by 1 persona

        1. se hai tempo e voglia guarda questi docu film….. sono importantissimi….
          Food matters
          Forks over knife
          Fat sick and nearly dead

          Su Netflix sono in italiano o con sottotitoli, ma li trovi anche su fb ho visto…..
          Mi stanno cambiando la vita ❤

          Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...