artrite reumatoide · autoimmunità · condivisione · dolore · GRATITUDINE · polvere di stelle · Reboot · stanchezza cronica

#DAY 30 REBOOT WITH JOE CROSS. Primi 30 giorni finiti. Consigli e informazioni sulla Reboot

Sono arrivata al giorno #30 !!!!!!!!!!!!

Stasera si festeggia con un mega succo arcobaleno!!!!

La cosa più spettacolare e inaspettata è che questi giorni sono volati e sono stati una scoperta continua di cose che mai avrei immaginato.

Su di me, sulla fede, sulla gioia, sulla forza, sul coraggio, sulla verdura, sulla vita… ***

La Reboot cambia la vita (oltre al giro, vita) non smetterò mai di dirlo!!!

In 30 giorni sono riuscita a smettere il cortisone (dopo 3 giorni ho iniziato a dimenticarmelo e l’ho preso come un segno) e dopo 2 settimane ho sospeso il metotrexate.

Lo so è stato un azzardo e sono pronta a reintrodurlo nel caso ci fosse un peggioramento. Dopo tutto il mio obiettivo era arrivare a sospenderlo in un anno, ma la pazienza è una virtù che imparerò nella prossima reincarnazione (forse).

In realtà non ho scalpitato perchè ciò accadesse.

Svegliarmi SENZA DOLORI era già di per sè un miracolo che non richiedeva altro.

Un venerdi l’ho saltato perchè avevo intenzione di farlo ogni 2 settimane anzichè ogni week end, il venerdi successivo – erano passati 15 gg dall’ultima iniezione – stavo così bene ero così carica e gioiosa e SENZA ALCUN MALE e così piena di speranza ed energie che guardando la scatola del meto mi sono vista il giorno dopo: sul divano con la nausa e il vomito, con i tremori e quel senso di smarrimento e depressione tipico del farmaco …. mi sono girata dall’altra parte e ho iniziato a preparare il succo per la cena.

E così è andata fino ad oggi.

Se ho paura? No.

Se mi chiedo mai: “sarò sempre l’unica sfigata alla quale la miracolosa cura non funziona?“. No. MAI.

Perchè FUNZIONA.

STA funzionando. Funziona. Il corpo non mente, l’artrite reumatoide non mente.

Tante volte in 25 anni mi sono illusa che qualcuno dei miei rimedi stesse funzionando ma durava poco, l’artrite reumatoide non si può ingannare tanto facilmente.

In questi giorni sto ricevendo molti messaggi privati da persone che mi chiedono: “come funziona?“, “come inizio?” “che si deve fare?“. A questo proposito volevo dire alcune cose:

  • Prima di farvi duemila domande guardate il film: Fat sick and nearly dead sottotitolato su you tube o su Netflix. Se non lo avete il primo mese è comunque gratuito potete scaricarlo, guardare il documentario (e allora guardate anche What the healt tutto in italiano su youtube, e Food Matters) e poi non rinnovate l’abbonamento. Capirete molto più guardando Joe Cross che parla rispetto a quello che posso spiegarvi io
  • date un’occhiata al suo sito
  • se avete facebook cercate i suoi gruppi di supporto: troverete persone stupende – c’è anche qualche italiano come la mia nuova amica Sara – pronte ad ascoltarvi e a dare consigli senza giudizi nè pressioni. Li trovate qui e qui: Fat, Sick and Nearly Dead Inspired Weightloss with Joe Cross. Il secondo necessita di iscrizione quindi vi metto solo il titolo. Per entrare ci sono alcune domande in inglese, se non le capite scrivetemi sulla pagina facebook Polvere di stelle e vi aiuterò.
  • se viservono traduzioni dei post o delle ricette o di qualsiasi altra cosa scrivetemi!
  • Non chiedetemi se è dura. Primo perchè per me non lo è, secondo perchè non c’è una risposta universalmente valida. Come dice Joe nel film può sembrare drastica come scelta ma vivere come vivevamo prima? Non era drastico? Non potersi vestire, non poter camminare, non poter aprire una bottiglia d’acqua, non poter dormire nè pettinarsi, nè fare le scale o tenere una forchetta in mano. Vi pare meno drastico che bere un succo di frutta? Per me è stata la scelta che ha cambiato la mia vita, mai mi ero potuta permettere di sospendere i farmaci senza avvertire nel giro di pochi giorni la stronza tornare alla carica. Chi ha letto il mio libro sa benissimo che la forma di artrite che mi porto in giro dal 1999 è tutt’altro che una passeggiata. Ho subìto 2 interventi nel 2016 e ne ho uno in programma per questo inverno al polso destro, completamente distrutto (unica parte tutt’ora gonfia e la sera un pò dolorante, ma lì ci sono dei danni a tendini e legamenti). Per anni non ho camminato (dal 2014 al 1016 quando mi sono operata al ginocchio), non mi sono potuta vestire da sola, mi svegliavo perennemente rabbiosa e insofferente, non controllavo pià nulla.

Vivere con il dolore cronico distrugge le relazioni, me ne sto accorgendo ora più che mai mentre osservo stupita e innamorata la mia nuova vita.

Sono qui, per qualunque cosa ❤

 

 

20170926_155854

Annunci

25 risposte a "#DAY 30 REBOOT WITH JOE CROSS. Primi 30 giorni finiti. Consigli e informazioni sulla Reboot"

    1. Ciao, nessun coraggio. Coraggio è stato vivere come vivevo prima. Piangere dal dolore per 25 anni quello è coraggio credimi. Cercare il bello e la gioia nella vita nonostante tu sia morta dentro….sentire che il tuo corpo lotta contro di te e non poter far nulla solo cercare di restare a galla…quello è coraggio ❤

      Piace a 2 people

  1. son stra felice di sentirti così carica d ottimismo brava così si fa! son contenta che abbia funzionato grzie anche alla tua perseveranza e ai tuoi sforzi:)
    ps nella foto che hai postato sei bellissima ^_^
    t auguro un felice autunno, una felice vita,
    daniela

    Piace a 1 persona

  2. Ho passato il periodo peggiore a fine estate, mio figlio ha perso 5 kg in un anno, e che sara mai, non digerisce alcune cose, se si raffredda ha problemi di diarrea. Non sono cose gravi sono io che ne faccio delle tragedie, e anche con tutta la buona volontà non sono riuscita a iniziare il tuo percorso. Succede come oggi che gli prendo pane pollo e mozzarelle di bufala, l unica che digerisce e finisce che mangio con lui. Dovrei cercare di preoccuparmi meno e divertirmi di più.
    Ti faccio tanti auguri, affinché butti il metho, e continui sperando di fare il salto della cavallina e raggiungerti sul percorso.

    Mi piace

  3. Sei un portento! Sono felicissima per te, io non so se avrò mai la forza di seguire il tuo percorso. Stamattina ho fatto la settima iniezione di Metotrexate, quindi inizio la 7^ settimana (quanti 7 ho scritto!), il dolore è tuttora molto forte, anche se in alcuni giorni si è un po’ attenuato, la nausea segue il dolore, qualche giorno c’è, altri no, oggi c’è! Però sono riuscita a riprendere il lavoro, non tutti i giorni, ma questa settimana ho fatto 1 sola assenza, un traguardo rispetto alle precedenti. Devo aspettare ancora 1 mese per il primo controllo dopo il ricovero, vediamo come va, poi … dovrò trovare il coraggio e la forza di affrontare un’ alternativa se la situazione non cambia. Adesso ancora non ce l’ho, sono molto fragile in questo momento e, conoscendomi, ho paura che se smetto di seguire la terapia tradizionale, poi non ne farò un’altra, arrivando a non farne alcuna e peggiorando la mia condizione già troppo precaria. Però non posso percorrere questo “calvario”, ho bisogno di sognare, di fare progetti, ho ancora tante cose da fare … io voglio vivere! Tu sei una forza della natura, capisco perfettamente cosa è stata la spinta, ma in ogni caso sei bravissima, anche se hai ragione, ci vuole molto più coraggio a convivere con questa “belva” feroce che ti distrugge il corpo, la mente e l’anima. Tu il coraggio lo trasmetti agli altri, sei la nostra speranza. Brava, brava, brava! Ti abbraccio forte, ma con dolcezza … e non saprei dirti se solo per te o anche per me stessa, non vorrei spezzarmi qualche ossicino stringendo forte! 😀 Ciao, cara, buona serata. ❤ ❤ ❤

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...