artrite reumatoide · autoimmunità · condivisione · dolore cronico · RIFLESSIONI

Nibiru continua a sembrarmi l’aternativa migliore a – certa – vita umana sulla terra.

Io al telefono con la segretaria del chirurgo da cui avrei dovuto andare ieri: “mi scusi signora, per caso sa se i tempi d’attesa sono lunghi?” Lei: “dipende, circa 4/5 mesi, ma se ha un’assicurazione sanitaria salta la coda” Io: “grazie signora, cancello l’appuntamento“. Lei palesemente scocciata : “come vuole” Concedo al chirurgo il beneficio del… Continue reading Nibiru continua a sembrarmi l’aternativa migliore a – certa – vita umana sulla terra.

amore · nostalgia

Lasciar (ti) andare.

Sono le 4.00 di notte. Non dormo. Maledettissmo te, me, maledette speranze, maledette suggestioni. Maledette aspettative, ogni persona su questa terra mi aveva messa in guardia e non ho voluto ascoltare. Perchè? Semplicemente perchè io e te era impossibile – nella mia testa – potessimo essere qualcosa di diverso da due anime fatte per fondersi… Continue reading Lasciar (ti) andare.

amore

Riflessioni senza (senso sull’) amore.

Io gli scriverei che mi manca. Come ho sempre fatto. Che è stato bello. Che lo rifarei. Che l’ho sentito. Perchè anche lui aveva bisogno di sapere se e come mi avrebbe sentita. Per noi (sempre quel noi che non esiste, che ha distrutto tutto, che va scordato e che non riesco a dimenticare, sempre… Continue reading Riflessioni senza (senso sull’) amore.

amore · pazienza

Le Pendu.

Stare lì. Qui. Fermi. Ovunque, ma comunque immobili ad ascoltare. Quando avresti dentro la carica esoplosiva di un vulcano che la caldera di Yellowstone in confronto è un bollitore per tisane. Chi di voi sa come si fa? Io nemmeno una vaga idea. Eppure ci sono delle situazioni che non si possono forzare perchè semplicemente… Continue reading Le Pendu.

amore · gioia · magia

Aspettarti non è mai stato così dolce. Storie di amori perduti. Parte 1

Sarebbe un errore affermare che avevo dimenticato com’era amarti, che avevo dimenticato il suono della tua voce, come pronunci ogni singola parola, ogni lettera, ogni accento, come suona ogni tua risata, com’è il profumo del tuo respiro al telefono… Sarebbe un errore sostenere che non ricordavo come batteva il mio cuore, che non sapevo più… Continue reading Aspettarti non è mai stato così dolce. Storie di amori perduti. Parte 1