condivisione · GRATITUDINE · terremoti

How to forecast an earthquake- Come si prevedono i terremoti- Michael Janithc, Dutchsinse

Titolo originale: 12/15/2014 — How to forecast an earthquake

Postato su: https://sincedutch.wordpress.com il 15.12.2014

Come si prevede un terremoto. Volevo scriverlo da un po’.

Un grosso stress di è creato sopra la cresta del cratere negli ultimi 7 giorni, molti eventi sopra al 4 sommati ad altri eventi occorsi in Oklahoma, Nevada e al largo della costa ovest.

La pressione esercitata sopra la placca ha portato ad un terremoto di 2.9 in North Carolina, lungo le montagne Blue Ridge.

Questo era previsto. COME? PERCHE’? CHI SE LO ASPETTAVA?

Per iniziare posso rispondere alla parte CHI.

Il CHI ero io. Come ben sanno i miei spettatori e i miei lettori che hanno studiato questi eventi in diretta negli scorsi 7 anni.

Adesso vediamo il PERCHE’ e il COME.

Per prima cosa probabilmente vi chiederete come mai i professionisti non fanno previsioni dei terremoti da 3 a 7 giorni prima che avvengano. Loro (i professionisti) negano che i terremoti si trasferiscano da un luogo all’altro! Comunque, come la maggior parte di voi sa, noi siamo stati in grado di prevedere molti terremoti utilizzando questa nuova conoscenza di “trasferimento di pressione” attraverso grandi distanze.

I professionisti continuano a negare l’evidenza di ciò che sto facendo per prevedere dove aspettarci terremoti in un tempo di una settimana o anche meno. Un’allerta che va dai 3 ai 7 giorni può essere raggiunta! Sapevo di dover tenere d’occhio la Carolina, il Tennessee e la Virginia basandomi sui movimenti avvenuti in Oklahoma, Nevada e al largo della costa ovest.

Questo non è tirare ad indovinare. Siate certi che quando la pressione si trova su un oggetto relativamente solido da una parte, l’oggetto in questione su cui si preme si muoverà nell’opposta direzione rispetto a dove proviene la pressione.

 bending2

Come su una piastra di ghiaccio che si rompe e galleggia su un lago, se voi premete sulla placca essa premerà sulla placca accanto a lei. Adesso immaginate  che queste placche siano molto vicine le une alle altre e non abbiano molto spazio per muoversi lateralmente.
La pressione si costruirà sull’intera struttura della plate mentre cercherà di distribuirsi. La stress troverà il punto più debole si rilascerà in quel punto esatto. La cresta del cratone è la linea tra la placca “solida” e la cresta più debole che si è “deformata”.

Quando la pressione si trasferisce lungo le masse solide di solide porzioni della placca, essa trova i punti deboli sui quali rilasciarsi, come zone di fracking, zone di estrazione, vulcani dormienti, sorgenti termali e a volte miniere in profondità. Queste attività sono dei punti in cui la pressione viene rilasciata. Non ci sono dubbi al riguardo, posso dirvelo con certezza, le colline della zona sismica di New Madrid si può confermare che hanno accumulato molta pressione in passato , causando una deformazione della placca e grossi terremoti nel midwest degli Stati Uniti.

Le nuove operazioni di fracking agiscono come valvola di sfogo lungo la parte centrale del cratone. Normalmente e naturalmente la pressione proveniente da Ovest (in passato) sarebbe stata al centro del cratone (in Missouri e nella zona sismica di New Madrid). Adesso queste operazioni sono punti deboli che si estendono per molte miglia all’interno della crosta terrestre, come fossero perforazioni in una scatola, punti deboli dove una frattura o deformazione può avvenire.

Notate che centinaia di terremoti da 3.0 a 5.0 che sono avvenuti durante gli ultimi anni in Oklahoma, Arkansas, Texas, Kansas e Colorado, sono tutti avvenuti senza che ce li aspettassimo, e tutti sono avvenuti in zone di perforazione e fracking.  Notate le centinaia di terremoti di 3.0 e 4.0 che sono avvenuti nei dintorni di vulcani dormienti lungo il bordo deformato del cratone in Nevada, Arizona, Idaho, Wyoming,  California e persino vicino ad un vulcano estinto in Georgia!

Notate il movimento della regione di Yellowstone:  si è spostata di mezzo pollice verso sud est, spingendo verso sud est lungo la cresta del cratone.

Notate la risalita confermata delle camere magmatiche del vulcano Yellowstone, del Monte S. Elena, del Monte Shasta e del Monte Rainier.

La risalita delle camere magmatiche, il movimenti della cresta del cratone, e i terremoti multipli con associati sciami in queste zone provano che la pressione viene da ovest,  e differenza di ciò che sostengono le teorie moderne della geologia secondo cui un terremoto Non porta ad un altro terremoto e che l’allargamento della dorsale medio atlantica è ciò che causa la formazione delle montagne in America.

Il processo di subduzione non è dato dai  movimenti associati alla placca del Pacifico perché questi  eventi disordinati  si sono verificati  molto prima del mega terremoto del Giappone del 2011.

Le dozzine di grosse eruzioni vulcaniche inaspettate (globali e in diverse aree) e il borbottio di antichi vulcani in Scozia, Russia e in California provano che questi eventi sono globali.

Questi eventi disordinati (come li chiamo io) si riferiscono ad un evento globale secondo i professionisti che si sono riuniti qualche mese fa a Vancouver per il loro meeting annuale di geofisica. I professionisti sono al corrente di questi grossi terremoti che avvengono a livello globale. Ma non hanno idea del perché questo stia avvenendo. Loro ovviamente non sanno che questi eventi disordinati o eventi mondiali sono causati da un profondo disturbo che avviene nell’astenosfera nella zona attorno a Vanuatu/ ad ovest della placca indo australiana, a nord del Giappone e ad est dell’intera placca del Pacifico, dal centro al sud America.

Ripetutamente vediamo terremoti profondi che si attestano su un range di 4.0-5.0 e che avvengono approssimativamente a 300-400 miglia di profondità. Quest’area della terra è conosciuta col nome di ASTENOSFERA.

Questi terremoti da magnitudo 4-5 si ripetono avanti e indietro tra il Pacifico occidentale e il Sud America/America centrale. Entrambe le zone (ovest e est del Pacifico) sperimentano grosse eruzioni vulcaniche, alcune di esse di vulcani normalmente quieti. Questa stranezza nell’astenosfera (a 350 miglia di profondità) è SEMPRE seguita a breve da terremoti più profondi e più grossi, in circa 1 settimana o anche meno.

asthenosphere-west-pacific-may-22-2014

  • I terremoti che si verificano alle profondità elencate poco sopra e quindi posizionabili in quella che è definita astenosfera, solitamente precedono terremoti più grossi a nord est dell’epicentro del primo terremoto profondo.

Se vedete un grappolo di terremoti profondi, tenete d’occhio l’area adiacente vicina per un terremoto meno profondo, che accade come una sorta di movimento di compensazione o di trasferimento di pressione. I terremoti superficiali più grandi solitamente avvengono a nord ovest delle zone in cui si sono verificati gli sciami di terremoti profondi (cioè quelli che provengono dall’astenosfera).

Per esempio, di solito dopo che vediamo sciami di terremoti profondi in Papua Nuova Guinea, vediamo terremoti più grandi e superficiali colpire a nord ovest, nelle Filippine o in Giappone.

Un altro esempio: solitamente dopo aver visto uno sciame di eventi profondi lungo il bordo di Cile/Argentina, vediamo un terremoto più grosso e superficiale colpire a nord ovest in Perù fino al centro America. Questi eventi disordinati avvengono avanti e indietro come una partita a tennis, così come la pressione viene dalle profondità della terra (da una fonte ancora sconosciuta), il trasferimento di questa forza deve causare uno spostamento della placca del Pacifico in profondità.

L’area in profondità sotto la placca, sopra al nucleo fuso della terra, l’area semi fusa conosciuta come astenosfera, è il punto di interazione tra la parte fluida e quella solida. Quest’area sperimenta terremoti a causa delle forze interne che causano uno spostamento dell’area semi fusa.

998128119

L’area semi fusa a questo punto deve sistemarsi sopra la placca più rigida che conseguentemente causerà spostamenti e assestamenti lungo grosse distanze sulle placche. Alla fine questo farà si che la pressione del cratone degli Stati Uniti che viene da nord ovest, spinga verso sud est.

Adesso potete capire come mai vediamo terremoti sulle zone dove ci sono operazioni di fracking, vulcani dormienti, vulcani addirittura spenti, perché ci sono così tante nuove eruzioni vulcaniche ecc. Perché intere aree si sono sollevate in così breve tempo e perché i professionisti saranno costretti a riscrivere la maggior parte dei loro testi e finalmente dovranno tenere in considerazione i miei studi per aver scoperto tutto questo da solo, nel mio tempo libero, mentre studiavo anche gli eventi atmosferici, solari e controllavo le false notizie che circolavano.

Vi saluto e sentitevi liberi di far avere queste informazioni a tutti i professionisti che volete. Dopo anni di studio in cui ho visto queste cose accadere, penso che sia ora che io spieghi il processo in modo che voi possiate riportarlo.

Ancora, state attenti ai terremoti profondi (quelli che provengono dall’astenosfera) e poi tenete d’occhio le aree adiacenti a questi eventi per osservare altri terremoti più grossi e superficiali.

La teoria del trasferimento di pressione è reale ed è il primo passo verso una previsione accurata e scientifica dei terremoti giorni prima che avvengano, è possibile inoltre prevedere la regione specifica alla quale guardare per un periodo relativamente breve: da 3 a 7 giorni prima, anche meno, dal punto in cui la pressione si muove tramite sciami.

**** Questo lo aggiungo io, Much love mike, and….do not feed trolls 😉

 

Annunci

5 thoughts on “How to forecast an earthquake- Come si prevedono i terremoti- Michael Janithc, Dutchsinse

      1. Insulti!!? 😂 Ho la faccia di uno che insulta!? 😂
        Mi piace molto l’argomento, le cause e anche se sia possibile prevederli o meno con una certa sicurezza. Banalmente, forse, da uno che non è un tecnico o un esperto, mi sorge un dubbio. Perché sprecare tempo per prevederli, quando costruendo in maniera antisismica, potremmo renderli “innocui”. Ma forse sbaglio!! 😊

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...