RIFLESSIONI

Chi sei?

Ma tu, chi sei?

A parte uno che sparisce per tre anni, che torna, che promette di esserci sempre per poi sparire ancora.

A parte le stronzate, tu, chi sei?

Nessuno dovrebbe fermare la propria vita ed impedirsi di essere felice. Ma è successo.

Quando avevo perso ogni speranza sei riapparso e mi hai folgorato che neanche San Paolo.

Promesse ne hai fatte poche, ma una cosa avevi giurato: eri qui. Non saresti mai più sparito. Adesso, c’eri.

Non importava l’etichetta da dare a quello che eravamo o che saremmo diventati, bastava l’affetto che provavamo e la gioia nello stare insieme, nel parlare, nell’ascoltarsi.

Mi sono distratta un attimo e … ti ho perso di nuovo.

Ed ora sono qui, da sola, a chiedermi come ho potuto fidarmi di te.

Ti ho permesso di riavere tutto: affetto, tempo, amore, complicità, sesso, risate, onestà, sincerità, lealtà, libertà…. tutto quello che ero e che sono diventata in questi lunghi anni passati ad aspettarti. Tutti i miei cambiamenti, i sogni, le speranze, i pensieri pensati quando non c’eri e che ho tenuto in caldo per poterteli raccontare…

Ti sei ripreso tutto, ancora. E sei sparito, ancora. Senza motivo. Senza uno straccio di schifo di spiegazione, una qualunque anche un: “non mi piaci più”. Tutto sarebbe stato meglio del silenzio, di una telefonata che mi hai negato, di un chiarimento che ora so non ci sarà mai.

Non eravamo più niente: niente vincoli, niente legàmi, niente obblighi, niente catene nè ipocrisie preconfezionate… avevamo una tavola bianca davanti a noi da colorare come volevamo. Sarebbe stato bello, leggero, divertente … sarebbe stato nostro e sarebbe stata l’espressione più libera di quello che era un sentimento d’affetto.

E tu che hai scelto?

Di rispondere con un sms in cui scrivevi che eri stanco e non avevi voglia di sentire nessuno.

Un sms. Sul serio gioia?

Chi sei tu?

Potevi giocare con una città intera e hai scelto me, in un’altra regione, per replicare il tuo assurdo teatrino del cazzo.

Che dovrei fare io adesso?

Forse solo smettere di dare perle ai porci…

bd82aa2d274420a2ac47fdd558ce73bd

 

 

Annunci

2 thoughts on “Chi sei?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...