AMICIZIA · artrite reumatoide · autoimmunità · GRATITUDINE

In piedi controvento

A volte serve il vento contrario.

Serve per vedere quanta stabilità abbiamo.

Serve per imparare a stare in piedi che a restare dritti in primavera sono bravi tutti.

Serve perchè quando la primavera arriva siamo pronti, e possiamo rilassarci.

Imparare a resistere ai colpi della vita è un dono.

Ringrazio per tutte le battaglie, per tutte le sconfitte o quelle che allora mi sono parse tali.

Ringrazio la pazienza e chi mi ha aiutata a svilupparla quando credevo che sarei impazzita.

Grazie all’appeso, che mi ha insegnato la virtù dell’immobilità e la magia dell’ascolto.

Ringrazio ogni caduta, ogni testata, ogni lacrima versata. Ringrazio ogni giornata passata a letto a guardare il mondo fuori andare avanti. Ringrazio chi non mi ha mai compianto, chi non ha fatto di me una vittima, chi mi ha trattata sempre come una persona normale.

Grazie a chi è rimasto, e anche a chi si è levato di torno. Come ho già detto le difficoltà, il dolore cronico, testano le relazioni. Solo le più forti sopravvivono.

Ringrazio la mia croce: la malattia che ha cambiato la visuale, l’angolazione dalla quale vedo l’orizzonte, perchè non mi ha uccisa ma resa più forte.

Ringrazio ogni passo, ogni attimo di difficoltà, anche quelli che mi hanno fatta dubitare di me stessa e della mia forza.

A malincuore ringrazio i farmaci, perchè se vedo il sole dopo anni d’inferno è anche grazie a loro. Grazie a chi mi ha insegnato la temperanza, a non fare di tutta l’erba un fascio, a non vedere solo il bianco e il nero, a chi mi ha ascoltata per giorni, mesi, senza cedere mai.

Grazie a Sara che mi ha trascinata fuori – da casa e da me stessa -, ed è stata con me quando tutto intorno assomigliava all’inizio della fine. Grazie a lei ho imparato tantissimo, mi sono messa in gioco e ho scoperto un altro modo di guardare alla vita e alle persone. Grazie a tutti gli amici nuovi che ho conosciuto in questi anni e che mi hanno accolta come se fossi sempre stata una di loro. Mi hanno fatta sentire a casa quando nemmeno dentro al mio corpo mi sentivo così.

In piedi, controvento, impari quanta forza hai e ne scopri di nuova.

In piedi, controvento, gli amici sono una famiglia.

In piedi, controvento, di bolina stretta, aspettando il sole.

bolina

 

 

Annunci

2 thoughts on “In piedi controvento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...