amore

E quindi ci siamo. Storie di amori perduti parte 2.

Ricordarsi che sono passati tre anni non è mica facile,

tu sei tu, io sono io. Siamo sempre noi nonostante non sembri, nonostante non sia più tanto vero.

Zero secondi per ritrovare l’intimità …

LA nostra, quella che avevamo costruito un giorno alla volta, durante i nostri scleri, le giornate lente, le gite fuori porta, i week end rubati tu al lavoro io ai miei doveri di mamma, le cene riuscite e quelle finite in lacrime, le passeggiate in centro e le vacanze al mare …

Zero secondi per ritrovare quelle risate che fanno venire le lacrime agli occhi e la voglia di vedersi di persona per guardare l’altro che ride… solo per vederlo ridere.

Eppure uno sforzo va fatto: va ricordato che gli anni ci hanno segnati, che forse non siamo mica più io e te, ma due persone che in qualche modo sono state cambiate dalle ferite…. che tra una spruzzata di bialcol e un cerotto tolto e rimesso di nuovo, tra una storia intrapresa per scacciare i ricordi ed una cominciata perchè forse ci pareva giusta, ci sono tre anni di cicatrici.

E di quelle belle profonde. E di paure.

Quello che dobbiamo fare oggi è respirare.

post

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...