artrite reumatoide · autoimmunità · condivisione · dolore · figli · gioia · mamma · mamma · mamma single · natale · positività

Modalità creativa ON

Ciao,

oggi ragazze mi è preso il trip dei lavoretti…. mai fatti in vita mia, non so nemmeno attaccare un bottone!!

Ma stanotte visto che ero sveglia (il vicino di casa quello silenzioso si è alzato alle 4.30 e così anche io mi sono trovata insonne e ho messo a frutto il tempo) pensavo che sarebbe stato bello coinvolgere Ale e fare qualcosa insieme, qualcosa di creativo, magari da poter anche regalare a natale. Ai parenti ovviamente, che quelli sono costretti ad accettare tutto, anche gli obbrobri, basta dire che dentro c’è stato messo tanto ammore.

Sono stata tentata, tentatissima lo ammetto, di andare in giro per la rete a cercare idee e forse un pochino l’ho anche fatto ma giuro! Un pochino soltanto! Ho salvato qualche foto evitando apposta di leggere i commenti e le spiegazioni. Volevo fare tutto da me.

Quindi la realtà è che sapevo abbastanza cosa mi serviva ma non come usarlo!!

Mi trovo, e ne sono felice, in una fase di grande creatività in questo periodo e ho voglia di assecondarla, di lasciar volare la fantasia, di vedere cosa salta fuori; ho anche la fortuna che Ale è molto più vivace di me da questo punto di vista: mi ricordo di quando giocavamo con i Lego che ci mettevo tipo mezzo pomeriggio per fare una casetta composta da 4 pezzi – oltretutto i miei non stavano mai attaccati non so perché – e lui con 10 mattoncini era capace di creare l’autobotte dei pompieri e trovava anche le luci e il pulsante per azionare la scala!! Mi ha sempre sconvolta.

WP_20140123_009
uno dei suoi lavori……
WP_20131226_001
uno dei miei…..

E mi faceva ridere da morire quando cercava di consolarmi e diceva: “ma no dai mamma è bellissimo….cos’è?” E io: “amore, una casa! Non si vede?” e lui pieno d’amore e comprensione rispondeva: “si, si mamma, ma dammi ……un attimo guarda, ti faccio vedere una cosa…“. E in mano sua quei 4 pezzi sgangherati diventavano la casa al mare di Barbie. Con la veranda e la dependance.

Ho cercato di non pensarci troppo per evitare di abbattermi e ho pensato invece a quando creavo orecchini, braccialetti, collane e a come piacevano alle amiche e anche a chi magari me li vedeva addosso per strada e mi chiedeva dove li avessi comprati. Quella è stata la prima volta che mi sono fidata di me stessa e il risultato non è stato niente male. E allora perché non riprovarci? Perché non buttarmi e seguire il flusso delle cose?

Perciò dopo il lavoro ho accompagnato Ale e un amico ad allenamento e invece di tornare a casa sono andata in un negozio fantastico: aperto con orario continuato fino alle 20.30 e pieno di qualunque cosa di cui si possa aver bisogno!! Qualunque cosa! E anche e soprattutto – e questo è quello che mi ha fregata – di qualunque cosa di cui NON si ha bisogno. E siccome non sapevo cosa prendere….ho preso tutto!!!

Pistola per colla a caldo, ceramiche, feltro, pannolenci, perline, fiocchi, colori acrilici, pennelli, stecchini da gelato, bottoni, fili colorati, mollettine, ecc. ecc… ora devo capire con cosa iniziare perché mi sto facendo prendere dalla foga e ho paura di fare un gran pasticcio e di usare tutto insieme…. devo trovare un contenitore e separare le cose grandi da quelle piccole, quelle di legno da quelle di feltro, le cose di vetro da quelle di ceramica e soprattutto imparare ad usare la colla che devo aver avuto una faccia da inesperta totale quando ero in negozio perché la commessa mi è corsa dietro per spiegarmi che – se dopo averla usata lasciava una bavetta – non dovevo assolutamente toccarla che brucia da morire!!!

WP_20151201_005 (2)
un pò del materiale che ho preso, totalmente a casaccio

La cosa che mi ha sconvolta è che il consiglio mi colta di sorpresa: non ci avevo pensato! In effetti se non me l’avesse detto mi sarei ustionata al 100%.

Ora vado a controllare che Ale stia facendo i compiti che se lo lascio allo stato brado pospone fino ad ora di cena e poi cerco di organizzare le idee e capire con cosa voglio cominciare a lavorare…sono elettrizzata !!! Ovviamente se avete idee creative sono ben felice di ascoltare e imparare 🙂

P.S. Questa mattina mi sono svegliata malissimo, non riuscivo a lavarmi i denti, ho fatto fatica a prepararmi il caffè, avevo le mani gonfie e calde e lo sconforto era lì dietro l’angolo pronto a colpirmi, ma con quest’idea in testa, con un obiettivo che mi metteva allegria, che mi dava la carica, sono riuscita a trovare il coraggio di vestirmi ed affrontare la giornata. Poi verso mezzogiorno, come spesso accade, il dolore ha iniziato a diminuire …. la gioia aumentava e lui si annebbiava…..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...